Lavorare in fabbrica fa schifo?

Lavorare in fabbrica fa schifo?

Pro e contro del lavoro in fabbrica

Non so se nella tua vita ti è già capitato di fare qualche lavoretto, magari di fare qualche cosa in estate, mentre studiavi oppure di lavorare tutto l’anno in maniera continuativa.

Ma una cosa è certa, lavorare in fabbrica fa schifo.

Facciamo una lista dei PRO e dei CONTRO, che ne dici?

Contro di lavorare in fabbrica

  1. è un lavoro logorante fisicamente (preparati a mal di schiena e altri problemi di salute)
  2. è noioso e ripetitivo: passi intere giornate a fare la stessa cosa
  3. sei obbligato a stare 8 ore rinchiuso dentro l’azienda senza poter ridere o scherzare con nessuno
  4. ci sono turni che iniziano alle 7 di mattina e altri che finiscono alle 8 di sera: quando arrivi a casa sei troppo stanco per pensare di fare qualsiasi cosa
  5. a meno che tu non ti specializzi è un lavoro che viene pagato poco

PRO di lavorare in fabbrica:

“ma come? nemmeno un pro?”

Beh no, per me non ne ha.

E sta proprio lì la chiave, in quel PER ME.

La verità è che qualsiasi lavoro tu faccia fa schifo, se non ti piace, o se non lo fai volentieri.

Hai presente quel detto

ama il tuo lavoro e non lavorerai neanche un giorno della tua vita“?

Beh credo non ci sia nulla di più vero.

Non ci sono lavori terribili e lavori fantastici, c’è il lavoro per te e poi ci sono tante scelte sbagliate, fatte perché magari avevi bisogno di iniziare a guadagnare dei soldini.

Il che è sacrosanto, non fraintendermi.

Il motivo per cui ti sto scrivendo è perché quello che dovresti capire è cosa ti piace e la risposta non può essere semplicemente “avere uno stipendio” o “non morire di fame”.

Perché ti assicuro che il lavoro sbagliato ti toglie la vita e non ti permetterà di ottenere la felicità, che ti meriti anche se lo stipendio è decente.

Prendiamo il lavoro da operaio ad esempio.

Nella mentalità di molti è un lavoro umile, faticoso ed estremamente noioso, insomma per molti lavorare in fabbrica fa schifo.

Questo può essere vero, ma in realtà tutto dipende dall’attitudine con cui fai le cose. Tutto dipende da te.

Facciamo finta che tu sia un appassionato di lego e mettiamo che tu venga assunto nell’azienda che produce proprio quei mattoncini colorati di varie forme e dimensioni.

Mettiamo che ti faccia impazzire vedere e addirittura fare parte del processo che porta alla loro produzione, non troveresti meno orribile lavorare in un’azienda del genere?

Ho un amico appassionato di aerei che lavora nell’azienda che testa i materiali con cui li costruiscono. Chiedimi quante volte l’ho sentito lamentarsi del suo lavoro e del fatto che fa schifo.

Nemmeno una.

Mentre chiedimi quante volte ho sentito lamentarsi altri che facevano lavori socialmente più riconosciuti.

INFINITE.

Dove voglio arrivare?

Voglio farti capire che non esistono lavori orribili o lavori fantastici. Esistono i tuoi gusti, le tue attitudini, le tue predisposizioni naturali e il tuo carattere.

Cosa non ti stancheresti mai di fare? Come sarebbe se per fare quella cosa addirittura ti PAGASSERO?

Dici non esiste al mondo che qualcuno ti paghi per divertirti.

Sai perché hai questa convinzione?

Per il semplice fatto che siamo abituati a pensare che lavorare – in generale – faccia schifo. Ci hanno detto così, tutti lo dicono, quindi dev’essere vero, giusto?

Quanti meme girano online su quanto è brutto iniziare la settimana, su quanto è orribile il lunedì? Io solo oggi ne ho visti 10 su Instagram.

meme lunedì mattina

La verità è che il lunedì non fa schifo e neanche il lavoro che fai è così male. Semplicemente non è il lavoro che fa per te.

Per capire qual è il lavoro giusto per te, devi semplicemente sederti e capire cosa ti piace, ma anche cosa NON ti piace fare.

Io da ragazzo ho fatto proprio così e oggi posso dire di essere felice delle mie scelte.

A 18 anni mi sono seduto e ho fatto due liste, una delle cose che mi piacciono e una di quelle che non mi piacciono e che mi avrebbe fatto odiare ogni maledetto lunedì.

Ho ritrovato quella lista e per questo sono qui a scriverti, perché voglio condividerla con te, sperando di ispirarti a farne una tutta tua e questo sia che tu abbia 18 anni o 40, non cambia assolutamente niente.

Le cose che mi piacevano a 18 anni (e che mi piacciono tuttora) sono:

  • Stare in mezzo alla gente
  • fare serata
  • bere cocktail
  • viaggiare
  • conoscere culture diverse
  • lavorare in squadra
  • ascoltare musica mentre lavoro

Le cose che detestavo all’epoca, così come ora, invece sono:

  • rinchiudermi in un ufficio per 8 ore al giorno
  • lavorare da solo
  • dover rimanere fisso in una città
  • non poter ridere e scherzare mentre lavoro
  • iniziare il turno alle 8 di mattina

Quando ho fatto questa lista non mi era chiaro se esistesse o no un lavoro del genere, ci è voluto un viaggio a Londra per farmi scoprire che esiste.

Parlo del lavoro da barman. E non sto dicendo che il lavoro da barman deve essere per forza il migliore al mondo anche per te, né che il lavoro in fabbrica deve necessariamente farti schifo.

Sto dicendo che per me è così e che ci sono buone possibilità che sia così anche per te, se hai aperto questo articolo.

Quello che voglio tu faccia è chiarirti le idee per poi intraprendere la strada giusta per te.

Come?

Seguendo questi passaggi:

  1. impara un mestiere che TI PIACE
  2. impegnati a fondo e diventa il più bravo della tua città (ma anche del tuo paese se ci riesci)
  3. in ogni esperienza lavorativa sii sempre gentile e con il sorriso, crea connessioni e un buon ambiente intorno a te
  4. sul lavoro dimostrati sempre proattivo e disponile
  5. lavora sodo per raggiungere i tuoi obiettivi e per crescere come professionista

E se, come nel mio caso, la strada giusta per te iniziasse proprio dietro a un bancone?

Lavorare come barman ha delle caratteristiche per te potrebbero essere favolose e che potrebbero portarti verso il tuo futuro, verso i tuoi obiettivi più grandi.

Vediamo insieme quali sono i pro del lavoro da Barman.

1) Il mondo della Mixology è di tendenza e se investi nella tua formazione, troverai lavoro MOLTO facilmente. Se poi diventerai il migliore, potrai andare in qualsiasi locale tu desideri e fare il tuo prezzo.

2) Puoi fare il barman in tutto il mondo. E non solo, le competenze che abbiamo noi italiani nella miscelazione sono tra le più riconosciute nel resto del mondo. Quindi non solo puoi scegliere un paese a caso e partire, ma sarai anche assunto immediatamente per il semplice fatto che vieni dall’Italia. (qui trovi la guida sul lavoro all’estero per barman)

3) Incontrare persone nuove tutti i giorni. Da dietro al bancone puoi parlare con i clienti, conoscerli, scherzarci e creare connessioni importanti

4) è il lavoro più dinamico del mondo. Se la noia del lavoro in fabbrica (o in ufficio) ti ha fatto rizzare i capelli, con il lavoro da barman non hai sicuramente questo problema. Dietro al bancone il divertimento è assicurato

5) Svilupperai le tue capacità relazionali. Se sei timido, ma vorresti diventare come quel tuo amico che anima le feste, il lavoro da barman fa proprio al caso tuo. Ti troverai a intrattenere i clienti con grande carisma e simpatia e diventerai anche meglio di quel tuo amico che fa amicizia con tutti

6) Se stai studiando il lavoro da barman è un’ottima soluzione per mantenere tempo libero per dedicarti ad altro e intanto incassare dei bei soldini che magari ti permettono di investire in altri progetti

7) Il lavoro da barman ti fa crescere come persona, dandoti la possibilità di imparare che cos’è il lavoro in team. Ogni membro della squadra ha compiti, punti di forza e punti deboli e stando a contatto con loro tutti i giorni imparerai cos’è la responsabilità, l’empatia e soprattutto costruirai rapporti indissolubili

8) Se ti appassiona la Mixology, dietro al bancone potrai sperimentare creando i tuoi cocktail, studiare i prodotti e un giorno realizzare i tuoi sogno. Magari creare la TUA drink list, diventare Bar Manager, Barman PR o aprire il TUO locale per farlo finire dentro la 50 best world bar

9) Ti pagano per divertirti e non solo il tuo datore di lavoro. Le mance che si prendono al bar spesso sono stellari, soprattutto se lavori in certi cocktail bar. Grazie alle mance non dovrai attendere il giorno di paga, ma incasserai denaro tutte le sere, mica male no?

10) Se come me, detesti alzarti all’alba, grazie al lavoro da barman potrai dormire fino a tardi al mattino

Non so come la vedi tu, ma per me queste sono cose che possono fare la differenza nella vita, che possono farti passare da una vita mediocre con un lavoro che detesti, a una vita scintillante con un lavoro che ti appassiona.

La scelta spetta solo a te.

Per farti un’idea di come sarebbe la tua vita come Barman, ti invito a scaricare la guida gratuita, ti basta compilare il form qui sotto!

Crescere e aiutare gli altri a crescere, sempre

Ilias Contreas

 

PS: compila il form qui sotto e ricevi subito la Guida Gratuita per Barman, scopri se questa è la strada che fa per te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *