“Se perdessi tutto mi troverei un lavoro da Barman”

Mark Cuban

Mark Cuban, miliardario proprietario dei Dallas Mavericks

“Se perdessi tutto mi troverei un lavoro da Barman”

Mark Cuban, miliardario proprietario dei Dallas Mavericks

 

Mark Cuban è un imprenditore americano miliardario e proprietario, tra le tante cose, della squadra di basket dei Dallas Mavericks che nel 2011 ha vinto il titolo NBA.

Durante una curiosa intervista in cui gli è stato chiesto se sarebbe in grado di riconquistare tutto quello che ha ottenuto nella sua carriera, ha risposto:

“Se perdessi tutto in una notte, compresi i miei risparmi e la mia casa, e dovessi ricominciare dall’inizio farei due cose: mi troverei un lavoro da barman di notte, mentre di giorno farei il venditore.”

Cuban ha inoltre aggiunto che “Per essere di nuovo miliardario servirebbe anche fortuna, ma per diventare multi-milionario non ci sarebbe alcun problema.”

Nato a Pittsburgh, Mark Cuban a 12 anni mostra i primi segni di predisposizione all’imprenditoria vendendo scarpe da basket trovate nei cassonetti.

Durante gli studi universitari si mantiene facendo il barman e reinveste i soldi guadagnati nel peggiore locale della piccola cittadina di Bloomington, trasformandolo nel miglior bar di zona.

Il suo professore universitario dichiara che “nessuno dei suoi studenti aveva mai aperto un proprio business prima” e di lì a poco Cuban si sarebbe ritrovato a fondare delle attività in diversi settori commerciali per poi rivenderle a cifre da capogiro, facendo crescere esponenzialmente il proprio patrimonio.

Mark Cuban

Mark Cuban

Nel 2011 Forbes lo ha inserito al 211° posto della lista degli uomini più ricchi del mondo con un “bottino” di 2,6 miliardi di dollari.

Non male per aver iniziato come barman, vero?

Tra i tanti motivi che hanno spinto Mark Cuban e molti altri imprenditori e liberi professionisti in giro per il mondo a scegliere il lavoro del barman, c’è il fatto che una professione di questo tipo ti permette di dedicare il giorno ad altri impegni, come l’università o un altro lavoro.

In più fare il barman, secondo Mark Cuban, è stata per lui un’opportunità di sviluppare la sua rete di conoscenze e le sue capacità di vendita, imparando ad interagire sempre meglio con le centinaia di clienti che si trovava a servire ogni sera.

Inoltre quella del barman è una professione molto remunerativa che ti dà la possibilità di investire il patrimonio accumulato in una tua attività.

Io stesso, con i soldi che avevo guadagnato facendo il barman, tanti anni fa ho aperto il mio primo locale e oggi sono arrivato a gestire diverse aziende sia nel Beverage che in altri settori.

Sono ben lontano dal poter paragonare i miei successi a quelli di Mark Cuban, ma ammetto che se non mi fossi fatto le ossa come barman non solo non mi sarei innamorato del meraviglioso mondo del bere miscelato, ma probabilmente non avrei realizzato la metà delle cose che ho fatto fino ad ora.

Se chiedessero a me cosa farei se perdessi tutto in una notte immagino sia abbastanza facile capire cosa risponderei..!

Con questo non voglio dire che fare il barman sia la soluzione ai problemi di chiunque al mondo, ma può essere senza ombra di dubbio un trampolino di lancio eccezionale sia per dare inizio a una carriera in questo settore, sia per re-investirne i frutti in qualsiasi altro progetto di vita tu abbia (o avrai) in mente.

Crescere e aiutare gli altri a crescere, sempre.

 

Ilias Contreas

PS Se vuoi scoprire se la carriera del barman può essere adatta a te, approfitta di un Corso Barman Gratis offerto da MIXOLOGY Academy! Compila il form qui sotto con i tuoi dati per ricevere tutti i dettagli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *