Lavorare a Capodanno

lavorare-capodanno

Lavorare a Capodanno

Lavorare a Capodanno

Il modo migliore di festeggiare se sei un Barman

 

Tutti gli anni, giunti agli inizi di Dicembre – e spesso molto prima – ci poniamo la stessa fatidica domanda:”Cosa farò a Capodanno?”

Coppie, single, giovani e meno giovani si ritrovano a combattere con lo stesso problema e l’esperienza maturata negli anni precedenti non sembra migliorare la loro esperienza. Capodanno è sempre un problema, in un modo o nell’altro!

La paura di non festeggiare in maniera abbastanza speciale il nuovo anno fa a pugni con il terrore di spendere più di quanto ci si possa permettere, ed è così che il più delle volte si finisce col ripetere lo stesso rituale degli anni passati: chi in famiglia, chi con gli amici, chi in piazza o nel solito locale…

Capodanno dovrebbe essere un evento indimenticabile, il nuovo che prende il posto del vecchio, un momento di passaggio verso un futuro colmo di speranze, eppure il ripetersi di certi errori è una costante che va dal 1 Gennaio al 31 Dicembre del nuovo anno.

Se almeno una volta nella vita hai sentito che avresti potuto festeggiare la mezzanotte in modo migliore, allora dovresti leggere il piccolo segreto che ti sto per svelare. Read More


Il Lavoro più Bello del Mondo: fare il Barman

il lavoro piu bello del mondo

Il Lavoro più Bello del Mondo

Il Lavoro più Bello del Mondo

Fare il Barman

 

Correva l’anno 1988 quando Tom Cruise vestiva i panni di Brian Flanagan, autocitato come l’ultimo “Barman poeta”.

Dall’uscita nelle sale del film Cocktail è iniziata in tutto il mondo una vera e propria Barman-mania che trasformò il mestiere di colui che ti serviva birre fredde e shot di whisky in una star.

Il sogno americano è l’opportunità per tutti di arrivare a realizzare i propri desideri pur non avendo alle spalle grosse risorse economiche o un’istruzione di primo livello: nel film Cocktail Tom Cruise incarna alla perfezione la voglia di arrivare e prendere in mano la propria vita, ed è proprio in questa voglia che decine di migliaia di giovani (e alcune generazioni a venire) si sono riconosciuti.

Non tutti hanno avuto la fortuna di vedere quello che io ritengo un capolavoro cinematografico, che non parla tanto di bottiglie lanciate in aria e miscele esotiche – pur non mancando anche quelle ed essendo piuttosto un ingrediente affascinante del film -, quanto di quella sensazione che hanno molte persone di smarrimento di fronte al futuro e di debolezza al cospetto di una società che non sembra avere spazio per tutti.

Anche tu, probabilmente, non avevi mai sentito parlare del film “Cocktail” e leggendo di Tom Cruise che ha interpretato la parte di un barman potresti aver fatto una faccia strana..!

Eppure sono convinto che in un certo momento della tua vita ti sei fatto/a la domanda “cosa farò da grande?” e hai barcollato almeno per un istante.

Hai cominciato a ragionare su come riuscire ad avere successo in un mondo dove tante persone senza talento “arrivano” e molte di più arrancano alla ricerca della felicità o di un qualcosa che le assomigli almeno un po’.

Ma andiamo con ordine: cos’è la felicità ai giorni nostri? Read More